“Piacenza riparte con la cultura”: musica e spettacoli nel fine settimana

05 Ottobre 2021

E’ un carnet di qualità e piuttosto variegato quello che, sotto le insegne della rassegna “Ieri, oggi e domani”, la scuola Mikrokosmos presenta nel prossimo weekend, venerdì 8 e domenica 10 ottobre. Si tratta di un mini ciclo di quattro appuntamenti, tra musica e danza, riflessioni sul clima e la tecnologia che galoppa nella contemporaneità proposto in quattro luoghi simbolo della cultura piacentina: Sala dei Teatini, Sala degli Arazzi della Galleria Alberoni, Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano e Cappella Ducale di Palazzo Farnese.

Il progetto della scuola Mikrokosmos rientra nel bando comunale “Piacenza riparte con la cultura”. L’assessore Jonathan Papamarenghi, padrone di casa durante la conferenza di presentazione degli eventi, ha evidenziato il fermento artistico che sta caratterizzando la città negli ultimi mesi. Alla presentazione in municipio ha partecipato anche Giorgio Braghieri, presidente dell’Opera Pia Alberoni.

A definire meglio il perimetro della proposta ci pensa Darko Jovanovic, direttore artistico dell’associazione che compie 10 anni di vita nel 2022.

“Siamo orgogliosi – ha commentato Darko Jovanovic direttore artistico di Mikrokosmos – di poter di fatto “riaprire” la sala Teatini dopo quasi due anni di stop. Lo faremo con la violoncellista polacca Anna Banas che si esibirà accompagnata al pianoforte dal connazionale Michal Kluska (venerdì ore 19). Ci sposteremo nella stessa serata, alle ore 21, al Collegio Alberoni dove andrà in scena “A qualcuno piace caldo” con Erminio Cella al pianoforte e l’intervento del professor Caserini, docente del Politecnico. Domenica alle 19 ospiteremo, sul palco dell’auditorium della Fondazione in via Sant’Eufemia, i fratelli Francesco e Stefano Parrino, solisti di alto profilo impegnati in un recital per violino e flauto mentre nella Cappella Ducale del Farnese emergerà alle ore 21 “Riflessi”, spettacolo multiforme con le ballerine della scuola Choròs e Anna Banas che eseguirà in prima assoluta una composizione realizzata della pianista Katia Spadola. Rivolgo un sentito ringraziamento al Comune, all’Opera Pia Alberoni e alla Fondazione che hanno creduto nel nostro percorso”.

 

GLI EVENTI IN PROGRAMMA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà