Macchine utensili, alla fiera più importante del mondo: sei aziende piacentine

08 Ottobre 2021


Emo storicamente sta per Exposition Machines Outils ed è la fiera più importante al mondo della macchina utensile. In Italia mancava dal 2015. Nella coda pandemica l’Emo in corso a Fieramilano di Rho fino a sabato (in alternanza con la sede tedesca di Hannover) ricorda anche il suffisso greco per “sangue”, ed è infatti una salutare trasfusione di forza per il gotha piacentino della meccanica e meccatronica.

Fra le 700 aziende presenti (34 Paesi fra cui Italia, Germania, Taiwan, Svizzera, Spagna, Giappone, Francia, Corea del Sud e Stati Uniti) sono in mostra sei nostre aziende: Rolleri Robotic, Mcm, Mandelli, Ffg di Jobs, Capellini e Bft Burzoni, con le start up X Noova e 40 Factory. C’è tutta la filiera: dalla robotica alla automazione, dagli utensili ai complementi ausiliari, dalla meccatronica alle tecnologie additive.

Covid ha eroso presenze straniere, almeno un 30 per cento stima Francesco Rolleri, presidente di Confindustria Piacenza. “Ma è anche la fiera della ripartenza – aggiunge – non ci si aspettava una grande affluenza invece i primi giorni sono in crescendo con punte importanti ed espositori contenti rispetto alle attese, si conferma il buonissimo momento della macchina utensile e robotica in Italia e nel mondo”.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà