Mimmo Lucano a Piacenza: “Rifarei tutto. Sono orgoglioso del modello Riace”

11 Novembre 2021

“Non ho esitazione a dire che rifarei tutto”. L’ex sindaco di Riace, Mimmo Lucano, questa mattina, 11 novembre, ospite della Camera del Lavoro di Piacenza, in conversazione con il giornalista Mattia Motta, ribadisce la sua posizione e dichiara di non aver paura della sentenza che lo scorso 30 settembre lo ha condannato, in primo grado, a 13 anni e 2 mesi di reclusione per i reati nella gestione dei migranti nel comune calabrese. A preoccuparlo, dice ai giornalisti, “è il tentativo di denigrazione morale della mia storia politica”. La sentenza ha aperto un dibattito nazionale.

“Come sindaco mi sono ritrovato a gestire il fenomeno dell’immigrazione in un luogo estremo, al limite, con già tantissime problematiche” spiega. “Siamo riusciti a creare opportunità e a trasmettere messaggi importanti”.

“Non ho esitazione a dire che rifarei tutto – ribadisce raccontando nel dettaglio la sua storia politica e il cosiddetto “modello Riace” – non ho ammazzato nessuno, non ho rubato, anzi mi sono indebolito sul piano personale e familiare. Di questa esperienza, rimane l’orgoglio di aver creato un modello che è stato conosciuto in tutto il mondo”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà