Prevenzione dello sfruttamento nel lavoro agricolo, siglato il protocollo

30 Dicembre 2021

Un osservatorio per prevenire e contrastare lo sfruttamento in agricoltura è stato avviato a Piacenza grazie all’intesa tra Prefettura, Agenzia delle Entrate, Ausl, Questura, associazioni imprenditoriali di categoria e organizzazioni sindacali.

L’intesa, siglata in modalità digitale tra il prefetto Daniela Lupo, il direttore dell’Ispettorato del lavoro Alessandro Millo e il direttore dell’Inps Cosimo Abbattista, è denominata “Osservatorio sull’attuazione del Protocollo per la prevenzione e il contrasto dello sfruttamento lavorativo in agricoltura e sulla rete del lavoro agricolo di qualità”

Il protocollo “è frutto dei lavori effettuati dalla Sezione Territoriale della Rete Agricola – si legge nella nota – insediatasi in Prefettura lo scorso 11 novembre, ed è finalizzata a dare attuazione in linea discendente sia al Protocollo d’intesa per la prevenzione e il contrasto dello sfruttamento lavorativo in agricoltura e del caporalato sottoscritto lo scorso 14 luglio tra ministero dell’Interno, dal ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dal ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e dall’Anci, che al Piano Triennale contro lo sfruttamento e il caporalato in agricoltura (2020 – 2022) approvato dal ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

L’obiettivo è favorire l’attivazione di più efficaci sinergie inter-istituzionali che permettano di promuovere la cultura della legalità, anche attraverso iniziative di prevenzione e non solo di repressione di eventuali illeciti.

Con riguardo al rispetto della legalità, il prefetto ha ricordato come fondamentale resti la partecipata collaborazione di tutti i soggetti dalle associazioni di categoria, alle OO.SS. ai lavoratori, ai datori di lavoro, anche quali sensori del territorio nel segnalare agli organi ispettivi e alle forze di polizia le eventuali condotte illecite di cui venissero a conoscenza”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà