“Art & Ciocc”: prima edizione nel fine settimana sul Pubblico Passeggio

16 Febbraio 2022

Arriva a Piacenza la prima edizione di “Art & Ciocc”, in programma da venerdì a domenica sul Pubblico Passeggio (dalle ore 9.00 alle 21.00). Una ventina le bancarelle presenti, che proporranno il cioccolato in ogni sua forma: dalla crema spalmabile, alle praline, con sculture e laboratori per scoprire il magico mondo di questa leccornia. Un evento che raddoppierà nella giornata di domenica, quando sul Pubblico Passeggio arriveranno anche una quarantina di bancarelle dei Mercanti di Qualità, con le ultime tendenze di moda del 2022 e prodotti tipici del territorio e non.

La doppia manifestazione è organizzata dai Mercanti di Qualità in collaborazione con il Comune di Piacenza e Unione Commercianti, e sarà la prima di quest’anno in città dopo le festività natalizie, alla quale si potrà accedere secondo le disposizioni anti-Covid con Green Pass e mascherina. Il programma è stato illustrato in Comune dall’assessore al commercio Stefano Cavalli, insieme a Gloriana Tironi dei Mercanti di Qualità e ad Anna Lusa della Cabina di Regia; presenti anche il direttore di Unione Commercianti Gianluca Barbieri e l’omonimo di Confesercenti Fabrizio Samuelli.  “Si tratta del primo evento dopo le feste di Natale – ha spiegato Cavalli – non siamo ancora usciti del tutto dalla pandemia, per cui rimarranno le stesse norme e regole del Mercato Europeo, con varchi controllati e dispositivi anti-Covid”.

Tironi ha aggiunto che sarà una festa del cioccolato, “con maestri cioccolatieri provenienti da Lombardia, Emilia-Romagna, Piemonte, Lazio, Sicilia e Umbria, proporranno prodotti di qualità e biologici. A questo si aggiungeranno domenica i banchi dei nostri Mercanti di Qualità con le novità del 2022”. Infine, Anna Lusa e i rappresentanti di Unione Commercianti hanno sottolineato come “questo evento sarà il primo dell’anno e ci piace pensare che possa essere quello della ripartenza, per tornare a far vivere il centro di Piacenza dai cittadini che hanno davvero tanta voglia di riappropriarsene”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà