I Liberali al centrodestra: “Nostre istanze mai prese in considerazione”

18 Marzo 2022

Le segreterie provinciali di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia chiamano e i Liberali rispondono. I tre partiti di centrodestra ieri hanno infatti diffuso un comunicato congiunto in cui provano a tenere unita in chiave elezioni 2022 la coalizione presentatasi cinque anni fa a sostegno del sindaco Barbieri. “I rapporti politici e di amicizia con l’Associazione Liberali Piacentini sono sempre stati improntati non solo alla chiarezza, ma convergenti su di una comune alterità alla sinistra” l’incipit del comunicato.

Dopo aver rimarcato che “su alcune questioni e tematiche cittadine si sono registrati punti di vista divergenti, evidenziando che la discussione fa parte del sistema democratico” e che “gli obiettivi strategici e la visione politica sono sempre stati comuni, pur nell’evidente difficoltà di dovere affrontare le conseguenze dell’emergenza Covid, cui la giunta Barbieri ha fatto fronte con efficienza”. Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia hanno quindi annunciato ufficialmente la volontà e “la piena disponibilità a rinnovare la vincente alleanza realizzata nel 2017, convinti di potere condividere con l’Associazione dei Liberali un programma elettorale realistico e improntato alla concretezza”. Concludendo ” che se l’associazione vuole essere parte attiva del nuovo progetto di governo della città, le nostre porte non solo sono aperte ma spalancate, per proseguire una condivisa alleanza politica”.

La mano è tesa, dunque, ma – a distanza di poche ore – è arrivata la risposta dei Liberali, sempre attraverso una nota.

“L’iniziativa, è fine a sé stessa – l’introduzione poco conciliante del documento -.  Per cinque anni abbiamo segnalato temi e preso posizioni concrete senza mai ottenere neppure attenzione né sul piano politico né sul piano amministrativo, ma ottenendo solo critiche, se non accuse, spesso neppure contenute, almeno nella forma”. L’Associazione Liberali piacentini si toglie dunque qualche sassolino dalla scarpa: “le nostre istanze non sono mai state prese in considerazione dall’amministrazione comunale così come la nostra Associazione mai è stata espressamente interpellata. Ora, il comunicato, in un momento nel quale le segreterie sanno che è al nostro esame un documento programmatico sul quale l’Assemblea dell’Associazione si pronuncerà”.

“Abbiamo sempre creduto, ma invano che questo fosse il terreno giusto sul quale confrontarsi e questo ancora crediamo – la conclusione della nota -. Così in casa Liberale, si costruisce quella vera unità che invece, finora, abbiamo più volte perseguito, ma inutilmente, sommersi solo da fiumi di mere parole”. Lunedì prossimo l’assemblea si riunirà proprio con l’intento di stilare i punti programmatici ritenuti dai Liberali decisivi per l’eventuale conferma o meno dell’alleanza. Una volta terminata l’assemblea se ne saprà sicuramente di più.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà