Al Municipale, la magia delle voci bianche a sostegno dei bambini ucraini

01 Maggio 2022

Fotoservizio Mauro Del Papa

La contagiosa emozione di un Coro di voci bianche, quello della Casa del Fanciullo diretto da Giorgia Maggi, dopo due ore di musiche classiche e moderne che hanno entusiasmato un gremito Teatro Municipale, ieri sera per il Concerto benefico per l’Ucraina organizzato da Cisl e Cisl Scuola in collaborazione con Comune e Cna. La serata, presentata da Eleonora Bagarotti, giornalista di “Libertà”, ha raccolto fondi per attività estive dedicate ai bambini e ai ragazzi rifugiati perché possano godere di momenti sereni anche dopo la scuola.

Sullo sfondo, le immagini dei reportage dei fotografi Sergio Ferri e Marco Salami a mostrare, volutamente, la vita prima della guerra nei luoghi oggi distrutti e feriti. E a fare da colonna sonora i Muzikobando, primo gruppo a calcare la scena, con un repertorio vario e di grande suggestione, dal klezmer all’armeno. Una magia ulteriore è arrivata grazie alle coreografie della ballerina Sofia Sichel, più volte salutata dagli applausi.

E’ poi stata la volta del pianista Max Repetti, già collaboratore del mitico Greg Lake, seguito dagli Archimia, quartetto d’archi guidato da Serafino Tedesi, che ha proposto anche un momento di “opera futuristica”. Momenti travolgenti con i ritmi dei Tempus Fugit, noti anche per la neonata scuola di percussioni e per l’album “Tarkus Revisited”. Infine la gioiosa e al tempo stesso espressiva performance del Coro della Casa del Fanciullo, con grande richiesta di bis. E i ringraziamenti a tutti coloro che hanno reso possibile la serata, inclusi i piacentini con la loro generosità.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà