Bollette gas e luce delle Superiori, stangata per la Provincia: 1,5 milioni in più

04 Maggio 2022

In un anno, il 2022, un milione e mezzo in più da spendere per pagare le bollette di luce e di riscaldamento, dai 2,2 milioni del 2021 ai quasi 3,7 per il 2022. Una cifra enorme, anche per un ente come la Provincia, cifra che dovrà essere sborsata per i consumi elettrici e termici delle scuole superiori di Piacenza e della provincia. Le stime di spesa – effettuate applicando le nuove tariffe del primo trimestre 2022 – indicano un macroscopico incremento di 850mila euro per il riscaldamento, + 63,9 per cento messo a segno nel raffronto tra primo trimestre 2021 e primo trimestre 2022. Non sarà da meno l’energia elettrica: + 650mila euro, pari addirittura ad un aumento dell’80,7 per cento.
La proiezione delle spese per riscaldare e illuminare gli edifici scolastici è stata comunicata dal consigliere delegato della Provincia Paola Galvani alla prima Conferenza dei servizi che ha riunito i dirigenti scolastici delle scuole superiori piacentine.

“Nel massimo rispetto delle autonomie scolastiche – ha riferito, a margine dell’incontro, Galvani – ho chiesto, in un clima che ho trovato massimamente collaborativo, di lavorare insieme per cercare di contenere ulteriori aumenti di spese. Non ho certo domandato ai dirigenti di cancellare attività, ma azioni positive che, a livello organizzativo, possano per il futuro contribuire a non alimentare ulteriormente questa voce di spesa. I soldi necessari? La Provincia è un ente dal bilancio solido – ha detto Galvani – le spese saranno coperte , ma è chiaro che a fronte di una voce di spesa corrente così importante potremmo dover rivedere l’elenco delle azioni in programma”.

TUTTI I DETTAGLI NELL’ARTICOLO DI SIMONA SEGALINI SU LIBERTA’

© Copyright 2022 Editoriale Libertà