Elezioni, lo sviluppo al centro del confronto di “Doppio turno”: le idee dei candidati

27 Maggio 2022

Sviluppo sostenibile, logistica e aree militari. Di questo si è parlato nell’ultima puntata di “Doppio turno”, il format elettorale di Telelibertà condotto dal direttore Nicoletta Bracchi e dal vicedirettore Michele Rancati. Ospiti i candidati a sindaco Patrizia Barbieri (centrodestra), Maurizio Botti (Piacenza Rinasce), Katia Tarasconi (centrosinistra), Corrado Sforza Fogliani (Liberali), Stefano Cugini (Alternativa per Piacenza) e Samanta Favari (Partito 3V).

Da parte del sindaco uscente, anzitutto, un impegno: “Utilizzare le risorse di compensazione per la centrale nucleare di Caorso, pari a due milioni e 800mila euro destinati al Comune di Piacenza, per avviare la trasformazione dell’ex Pertite in parco pubblico, una volta ottenuta dai militari”. Al centro del confronto, l’ipotesi di consentire l’insediamento di attività produttive negli stabilimenti già pronti all’interno delle aree militari: “Non sono d’accordo – afferma Favari – questi spazi devono essere destinati a verde pubblico, e non alle aziende”. Cugini sogna “una città demilitarizzata” anche attraverso il recupero delle aree dismesse dall’Esercito “con prospettive di innovazione e lavoro qualificato”. Tarasconi vorrebbe realizzare, tra le altre cose, “una sede per le associazioni ambientaliste nell’ex Pertite”, oltre a un programma dettagliato per “la restituzione delle aree militari alla cittadinanza”.

SVILUPPO SOSTENIBILE – “Prima di parlare di sviluppo sostenibile – mette in guardia Botti – occorre risolvere il problema della sanità, in quanto oggi il nostro territorio non è pronto ad affrontare nuove emergenze”. Favari ritiene che “bisogna prima approfondire i pro e i contro del trasporto con l’idrogeno, in tal senso perché non scommettere su un centro di ricerca nazionale proprio qui?”. Cugini rilancia: “Piacenza deve diventare la capitale delle comunità energetiche. L’idrogeno va approfondito, perché i costi di produzione sono enormi”. Secondo Sforza Fogliani “un ente pubblico può concorrere allo sviluppo economico permettendo agli imprenditori di agire senza un appesantimento burocratico e fiscale”. Da parte di Tarasconi un’apertura totale agli investimenti sull’idrogeno: “Qualsiasi possibilità va sfruttata”. Barbieri s’impegna a “trasformare Piacenza nella capitale dell’idrogeno” anche attraverso i fondi del Pnrr.

LOGISTICA – A proposito di logistica, Cugini promette “un controllo preventivo sui nuovi insediamenti, per verificare i fattori di qualità e legalità”. Tarasconi è d’accordo: “La logistica va governata, senza però perdere certe occasioni importanti”. Per Botti “serve una commissione consiliare dedicata alla governance della logistica”.

Il format “Doppio turno” torna venerdì prossimo su Telelibertà, in vista delle elezioni amministrative che – lo ricordiamo – sono in programma il 12 giugno, con l’eventuale turno di ballottaggio il 26 giugno.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà