Mobilità sostenibile, i progetti dei candidati sindaco di Piacenza

27 Maggio 2022

La Piacenza del futuro? Una città a misura di bicicletta. Lo chiedono i rappresentanti di Fiab Amolabici che ieri pomeriggio hanno dato appuntamento in Piazza Cavalli ai candidati sindaci per un tour delle piste ciclabili attorno alla città. Un tour che presenta punti deboli, noti a chi è solito utilizzare la due ruote per spostarsi. Dai pericolosi cubetti di porfido sporgenti in Via Cavour, alla mancata interconnessione tra alcuni tratti in pieno centro, passando per gli arcinoti problemi della ciclabile di Viale Patrioti che, tra fronde di alberi sporgenti, sporcizia e rischio di incontri poco raccomandabili, può vincere a mani basse il premio di pista meno sicura in città.

Eppure, nel complesso il giudizio di Fiab Amolabici sulla ciclabilità non è affatto negativo. 4+ su un massimo di 5 punti riconosciuti al Comune di Piacenza. Ma per i candidati sindaci che hanno partecipato all’iniziativa, ci sono ancora passi in avanti da fare, dagli investimenti per la riqualificazione del tratto di viale Patrioti (Barbieri, centrodestra), a corsie dedicate alle bici (Cugini, Alternativa per Piacenza), passando per un nuovo deposito coperto per bici in centro storico (Tarasconi, centrosinistra), e dall’introduzione di progetto di “Mobilità dell’ultimo miglio” (Liberali), per risolvere il problema dei mezzi commerciali in centro storico.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà