Centri estivi, Lega: “Dalla Regione fondi insufficienti, Piacenza penalizzata”

01 Luglio 2022

 

“Complessivamente, nei tre distretti della provincia piacentina, Distretto Ponente, Distretto Levante e Città di Piacenza, la Regione Emilia-Romagna ha contato 26.889 bambini come potenziali beneficiari dei contributi per i centri estivi: peccato, però, che nei suddetti distretti siano arrivati complessivamente fondi per appena 373.941 euro, il che equivale a una media di 13.90 euro a bambino. Insomma, il contributo della Regione a favore delle famiglie alle prese con le spese da sostenere per mandare i propri figli nei centri estivi durante la chiusura delle scuole si è rivelato niente più di una mancetta”.

Così i consiglieri regionali della Lega, il capogruppo Matteo Rancan e Valentina Stragliati commentano gli annunci della Giunta regionale che ha assegnato risorse per complessivi sei milioni di euro come contributo alle spese delle famiglie con bimbi di età compresa tra i tre e i 13 anni iscritti ai campi estivi attivati nei vari comuni della Regione. “Una cifra ridicola, con l’aggravante che il contributo è arrivato ad attività avviata e molte famiglie, escluse dalle graduatorie realizzate dagli enti locali, sono state costrette a ritirare i loro ragazzi dai centri estivi” attaccano i consiglieri piacentini.

“La Giunta ha ampiamente sottovalutato le mutate condizioni rispetto agli anni scorsi, quando sono intervenute anche altre contribuzioni, e tale negligenza ha finito per riversarsi sulle famiglie, lasciate a dovere gestire diversamente i propri figli, con le immaginabili difficoltà e problematiche, non solo economiche. Chiediamo a questo punto – concludono Rancan e Stragliati– uno stanziamento straordinario ed urgente da parte della Regione, per rimediare alle gravi e colpevoli criticità manifestate”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà