Scuole, aree verdi, sicurezza stradale: il menu del nuovo incontro di “Caffè con Katia”

10 Agosto 2022


Appuntamento al bar “Panetto” di via Farnesiana 36, stamattina, per il secondo dei “caffè con Katia”, il ciclo di incontri settimanali con i cittadini inaugurato la settimana scorsa al Ginger Bar di via Leonardo da Vinci. Tante, anche oggi, le persone in attesa del sindaco: qualcuno per un saluto o una stretta di mano, la maggior parte per presentare proposte e segnalazioni volte migliorare la vivibilità della propria zona di residenza o chiedere interventi di riqualificazione, prevenzione e contrasto al degrado.

“Anche in questa occasione – sottolinea Katia Tarasconi – ho sentito non solo il desiderio di dialogo e confronto di tutti coloro che erano presenti, che ringrazio unitamente al titolare del bar Panetto, ma innanzitutto l’amore per una città che ha bisogno di cure, di attenzione e di partecipazione. Per alcune questioni occorre tempo e una progettazione più a lungo termine, ma ascoltare è il primo, fondamentale passo”.

Molteplici gli argomenti all’ordine del giorno: dalle richieste di manutenzione su edifici scolastici e sistemazione dei parchi gioco – con particolare attenzione al quartiere del Corpus Domini – sino alle criticità per la sicurezza di un’arteria trafficata qual è via Farnesiana.

“Di fronte ad alcune situazioni – commenta il sindaco – come le difficoltà di due mamme che hanno l’urgenza di poter contare su strutture e servizi pubblici per conciliare lavoro e famiglia, vorrei poter dare risposte immediate e risolutive, ma a entrambe ho confermato l’impegno sia per aumentare i posti negli asili nido, sia per riattivare, d’intesa con i dirigenti scolastici, l’accoglienza degli alunni prima dell’inizio e dopo la fine delle lezioni”.

Curiosità e attesa per il ripristino della gratuità dei bus per gli over 70, una riflessione sull’utilità e l’importanza dei gruppi di vicinato con i residenti di via Gambara e dintorni – che hanno a cuore l’area verde della loro zona – e, non da ultimo, anche alcuni omaggi per il primo cittadino. Un modellino tridimensionale di Palazzo Farnese e – rimarca lei con un filo di commozione – “due pensieri dolcissimi: dei biscotti preparati da una signora che voleva darmi un caloroso incoraggiamento e una foto, di grande valore affettivo, che mi è stata consegnata personalmente dal barista a nome di un giovane artista che mi ha emozionato molto”.

Particolare apprezzamento, infine, per l’iniziativa del “caffè sospeso” attivata al bar Panetto: “Un segno di generosità e sensibilità che mi ha colpito e che spero possa essere un bell’esempio da seguire e diffondere”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà