Riparte il restauro degli arazzi del Cardinale Alberoni. Lavori per 50mila euro

06 Settembre 2022

La restauratrice Tiziana Benzi, che curerà i lavori

Dopo più di un decennio di interruzione riparte la campagna di restauro degli arazzi del Collegio Alberoni. Se nel 1995 era stata avviata infatti un’impegnativa campagna di restauro della collezione che aveva consentito il recupero dei due pezzi più antichi della serie detta di Priamo e successivamente di due arazzi della Serie di Alessandro Magno, l’impossibilità di reperire ulteriori fondi e di attingere ai finanziamenti pubblici aveva in seguito portato all’interruzione dell’ambizioso progetto di recupero e salvataggio della preziosissima collezione tessile, progetto rimasto fermo per oltre dieci anni.
Ora i lavori possono riprendere: nel dicembre 2021 l’Opera Pia Alberoni ha infatti potuto sottoscrivere con la Regione Emilia-Romagna una convenzione finalizzata all’ampliamento dell’organizzazione museale regionale per il triennio 2021-2023.m Il piano culturale triennale presentato da Opera Pia Alberoni è stato approvato dalla Regione che ha stanziato un contributo finanziario di 15mila euro per il restauro di un arazzo della serie di Alessandro Magno per l’anno 2022, e un ulteriore finanziamento dello stesso importo per il restauro di un ulteriore arazzo della medesima serie, per l’anno 2023.
Per poter coprire i 50.996 euro necessari per affrontare il restauro, nell’anno 2022, di un nuovo arazzo della serie di Alessandro Magno, l’Opera Pia Alberoni ha stanziato un contributo di 15.996 euro al quale si è aggiunto un ulteriore finanziamento della Fondazione di Piacenza e Vigevano, pari a 20mila euro.
La sinergia di queste tre istituzioni e l’immediato riconoscimento da parte della Fondazione di Piacenza e Vigevano della collezione di arazzi alberoniana come bene prezioso della comunità ha reso pertanto possibile riavviare la campagna di restauro della collezione alberoniana e affrontare il recupero di uno dei sei pezzi della serie seicentesca di Alessandro Magno ancora da restaurare.

L’intervento di restauro dell’arazzo sarà eseguito a Piacenza, presso il laboratorio di
Tiziana Benzi, ospitato presso Palazzo Chiappini, antico edificio di proprietà dell’Opera Pia Alberoni dove la fondazione ha la sua sede.

RESTAURO ARAZZI COLLEGIO ALBERONI

 

 

© Copyright 2023 Editoriale Libertà