Dal caro energia alla P.a., dialogo tra Confesercenti e i candidati del Terzo Polo

16 Settembre 2022

Confesercenti Piacenza ha invitato i candidati piacentini alle prossime elezioni politiche del 25 settembre a rispondere ad alcune domande, in modo che si possano rendere conto di quali sono i bisogni della categoria.
L’invito è stato racolto dai candidati del Terzo Polo Alessandro Sbalbi e Sabrina De Canio che si sono recati nella sede di Confesercenti ed hanno incontrato il presidente Nicolò Maserati e il direttore Fabrizio Samuelli.

Ecco l’esito dell’incontro, come spiegato in un comunicato di Confesercenti.

“L’incontro non poteva non aprirsi con il problema del cosiddetto “caro energia”, i candidati del Terzo Polo hanno subito fornito risposte molto concrete al problema presentando i punti programmatici che prevedono interventi urgenti per calmierare il prezzo dell’energia (gas ed energia elettrica) sia per le imprese sia per i consumatori, con onere a carico dello Stato in modo da garantire prezzi sostenibili, favorire l’escussione delle imposte sugli extragettiti delle aziende fornitrici di energia e incentivare l’autoproduzione elettrica soprattutto con pannelli solari e l’accumulo con batterie.
Altro tema approfondito è stato quello relativo all’efficientamento della Pubblica Amministrazione: Confesercenti, da anni, chiede di avviare interventi straordinari di riduzione degli sprechi per ottenere una riduzione di essi di almeno il 10%. Anche su questo tema Sbalbi e De Canio non si sono fatti trovare impreparati
Altro punto di contatto è stato individuato nel tema della riduzione degli oneri per gli esercizi di vicinato e della montagna come presidi sociali evindenziando in particolare la improrogabile necessità dell’approvazione di una legge che definisca in modo complessivo gli interventi nelle aree montane per invertire lo spopolamento e favorire la corretta gestione del territorio montano anche al fine della prevenzione idrogeologica.
L’incontro, basato su concretezza e cordialità si è concluso con i ringraziamenti e con la reciproca intenzione di mantenere continui aggiornamenti al fine di comprendere l’evoluzione delle problematiche e di meglio calibrare l’indirizzo dell’attività normativa e di governo”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà