“Corsa alle case popolari a Piacenza”. Tante richieste da giovani e stranieri

23 Settembre 2022

Fuori dall’ufficio il segretario provinciale di Sunia Cgil Luciano Badiini ha una fila di persone. Molti sono giovani e vivono da soli: per loro l’affitto da pagare per una casa normale è diventato un dramma. Un onere a cui non si riesce a far fronte. “La scorsa primavera sono state 450 le domande per ottenere una casa popolare – spiega Badiini – ne sono state accettate 250 a fronte di poco più di una trentina di alloggi disponibili: 34 o 36 erano quelli assegnati. Dal primo settembre c’è ancora la possibilità di fare domanda: possiamo tranquillamente dire che c’è la corsa alle case popolari”.

A farla questa corsa sono soprattutto i giovani: “Per la maggior parte si tratta di persone che vivono da sole perché di fatto le famiglie in cui lavorano entrambi riescono a cavarsela – va avanti il segretario di Sunia – il 60 per cento poi è rappresentato da stranieri. I pensionati e gli anziani sono pochi, ma per loro spesso le problematiche nascono da richieste di spostamento dell’alloggio”.

L’articolo su Libertà in edicola

© Copyright 2022 Editoriale Libertà