“Prolungare il sottopasso fino ai binari”: a Borgo Faxhall il caffè con il sindaco Tarasconi

05 Ottobre 2022

“Caffè con Katia” al bar di Borgo Faxhall stamattina per il sindaco Tarasconi insieme ai cittadini. In primo piano i temi legati alla viabilità e al decoro urbano: “Ancora una volta – commenta il primo cittadino – è emerso il problema prioritario della mancanza di civiltà nei comportamenti individuali, dall’abbandono dei rifiuti al mancato uso di acqua e paletta per le deiezioni dei cani, sino alla difficile convivenza su strade, marciapiedi e piste ciclabili con i monopattini che sfrecciano troppo veloci, causando situazioni di pericolo per gli altri”.

“Come spesso mi accade in occasione di questi incontri – sottolinea Tarasconi – quello che mi colpisce è il legame delle persone con il proprio quartiere: non solo chi, come due signore residenti in via Pozzo che chiedono maggiore pulizia e rispetto delle regole, abita da sempre nella zona circostante la stazione ferroviaria, ma anche un cittadino che da tempo vive alla Farnesiana, eppure porta quest’area nel cuore perché qui è cresciuto e ogni giorno passeggia nei dintorni insieme al fratello ultranovantenne. O una giovane mamma che si è trasferita da Milano a Piacenza due anni fa e ha scelto con la sua famiglia di investire sul futuro del Quartiere Roma, acquistando casa in via Sansone: oggi chiede, giustamente, più servizi e una progettualità a tutto tondo, dalla manutenzione alla socialità”.

Tra questioni riguardanti le colonie feline, il ripristino del sottopasso di piazzale Marconi – su cui il sindaco ha sottolineato di aver già chiesto appuntamento ai vertici di Trenitalia per sottoporre la necessità del prolungamento sino ai binari – e l’incremento dei controlli da parte della polizia locale, a concludere la tappa al bar è arrivato un gesto che Tarasconi definisce, con un sorriso riconoscente, “di tenerezza e cavalleria”. Appreso che oggi è il suo compleanno, un anziano tra i cittadini presenti ha insistito per offrirle la colazione, come augurio non solo per un giorno speciale ma per il lavoro intenso che attende l’amministrazione.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà