Stasera “Mefistofele” riapre la stagione d’opera al Municipale

14 Ottobre 2022

La Stagione d’Opera 2021/2022 del Teatro Municipale di Piacenza riprende, dopo la pausa estiva, con Mefistofele di Arrigo Boito. Il titolo è assente dal 1969 dal palcoscenico piacentino: dopo cinquantatré anni torna in scena al Municipale stasera, venerdì 14 ottobre, alle ore 20, con replica domenica 16 ottobre alle ore 15.30, in una nuova coproduzione tra Fondazione Teatro Comunale di Modena e Fondazione Teatri di Piacenza. Anche se il nome dell’autore è associato indissolubilmente al libretto dei due più moderni capolavori di Giuseppe Verdi, Otello e Falstaff, Boito fu tra i primi compositori italiani a scrivere, come Wagner, sia il libretto che la musica del suo massimo capolavoro. Intellettuale fra i più raffinati e ambiziosi della Scapigliatura italiana, Boito si ispirò a Goethe e alle tante fonti letterarie del mito di Faust per dare vita al titolo che, attraverso successive revisioni e adattamenti, raggiunse alla fine dell’Ottocento un posto stabile in repertorio nonostante l’impegno produttivo richiesto per la sua rappresentazione scenica e musicale. La direzione musicale dello spettacolo è affidata a Francesco Pasqualetti, che ha diretto nei maggiori Teatri italiani ed esteri, tra cui il Maggio Musicale Fiorentino, il Teatro La Fenice di Venezia, il Teatro Regio di Torino, l’Opera di Colonia e la New Zealand Opera, alla guida dell’Orchestra Filarmonica Italiana e di un cast formato da Simon Lim (Mefistofele), Antonio Poli (Faust), Marta Mari (Margherita/Elena), Eleonora Filipponi (Marta), Paolo Lardizzone (Wagner), Shay Bloch (Pantalis) e Vincenzo Tremante (Nerèo).

© Copyright 2023 Editoriale Libertà