Taser alla polizia locale, il sindaco: “Su base volontaria”. Lega: “Bene, ora va fornito”

26 Novembre 2022

L’intervento di mediazione del nuovo segretario generale del Comune di Piacenza Luca Canessa sarebbe stato fondamentale per permettere di trovare la quadra sulla questione spinosa del taser alla polizia locale: sì all’utilizzo, ma “in modo sperimentale e limitato”, si legge nella lista dei vari punti del documento d’intesa tra l’ente pubblico e i sindacati Sulpl, Fp Cgil, Fp Cisl, Fpl Uil e Csa, la cui sottoscrizione ieri in prefettura ha sancito la revoca dello stato di agitazione nel corpo di via Rogerio.

Non è un mistero, infatti, che la dotazione della pistola elettrica alla polizia locale di Piacenza – richiesta dai rappresentanti degli agenti – sia vista con ritrosia dal comandante Mirko Mussi, che in più di una sede ha espresso diversi dubbi su un ulteriore appesantimento del cinturone. La stessa amministrazione comunale ritiene che l’impiego dello storditore elettrico sia una sorta di ultima spiaggia. Fatto sta che l’accordo tra i sindacati e il Comune, messo nero su bianco, include di “introdurre in modo sperimentale e limitato l’utilizzo del taser”. Le modalità non sono ancora definite, né tantomeno le tempistiche. Il sindaco Katia Tarasconi vorrebbe muoversi con cautela: “Il test sarà su base volontaria”, fa sapere.

Intanto il consigliere comunale Luca Zandonella, capogruppo della Lega, esprime la propria soddisfazione: “Sono contento che la situazione si stia sbloccando dopo mesi di stallo. Per questo c’è da ringraziare il nuovo segretario generale, che pare aver preso impegni ben precisi. Ogni strumento innovativo e utile a migliorare il lavoro in strada degli agenti non potrà che vederci favorevoli, d’altronde lo scorso agosto avevo presentato una mozione per dotare di taser la polizia locale di Piacenza, atto consiliare che al momento è rimasto bloccato. Sarò il primo ad essere soddisfatto se il taser sarà effettivamente fornito al corpo di via Rogerio prima della discussione in aula della mia proposta”.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2023 Editoriale Libertà