Doppia multa, il vicesindaco: “Sì al dialogo, ma attenzione all’aumento delle tariffe”

15 Gennaio 2023

Si apre un varco verso la rimozione della doppia multa per la sosta vietata nelle strisce blu. E l’amministrazione comunale prova a fare leva su questo inedito accenno di dietrofront: “Il segnale di apertura del gestore privato è sicuramente significativo, non c’è dubbio. La questione sarà affrontata nel tavolo tecnico chiamato a definire un’ipotesi condivisa di riequilibrio economico finanziario tra l’ente pubblico e Global parking solution, entro il termine di tre mesi”. Così il vicesindaco Marco Perini, con delega al bilancio, commenta le dichiarazioni di Filippo Lodetti Alliata, amministratore unico della società affidataria delle strisce blu: “Da parte nostra c’è il nullaosta, se l’amministrazione comunale vuole ricontrattare questa clausola”, sono le parole del concessionario riportate ieri da Libertà e Telelibertà, nonché raccolte nell’inchiesta della trasmissione “Mi manda Raitre” in onda stamattina alle 9.

Dal 2014, infatti, chi sosta irregolarmente negli stalli a pagamento, oltre alla multa prevista dal codice della strada (42 euro o 25 euro), riceve un’ulteriore penale che spetta in parte all’affidatario, inizialmente Apcoa, poi Piacenza Parcheggi e oggi, appunto, la società Gps. “Va ricordato – aggiunge Perini – che l’appalto assegnato nel 2012 comprende sia la gestione dei posteggi a pagamento sia la riqualificazione di piazza Cittadella con la realizzazione del parcheggio interrato, perciò il discorso è ampio e complesso”. Attenzione, però, alle ipotesi che potrebbero portare all’eliminazione della cosiddetta doppia multa nelle strisce blu, perché il vicesindaco non esclude che il gestore privato possa proporre “ad esempio un aumento delle tariffe. In altre province italiane, infatti, non c’è la penale aggiuntiva per la sosta vietata, ma il ticket costa più di due euro all’ora, a differenza del canone di 1,05 euro in vigore a Piacenza. Il punto è che, nell’ambito del confronto sul piano economico finanziario, il risultato dell’abolizione della doppia multa potrebbe essere raggiunto garantendo comunque un’entrata adeguata al gestore privato. Un’altra alternativa potrebbe essere l’incremento dei controlli nelle strisce blu, così da ridurre ulteriormente l’evasione tariffaria e da assicurare più introiti per i ticket a Global parking solution. L’analisi, lo ripeto, si inserisce anche nel tema più ampio dell’intervento in piazza Cittadella. La giunta – conclude Perini – si confronterà con il concessionario”.

Un’opera, quella del parcheggio interrato, che resta tuttora in fase di stallo. Di recente, però, la giunta Tarasconi ha deciso di riavviare il tavolo tecnico: uno spazio di negoziazione con l’affidatario del maxi-appalto di piazza Cittadella e delle strisce blu in città per definire un’ipotesi condivisa di riequilibrio economico finanziario relativa ai canoni concessori e alla durata contrattuale, che inevitabilmente potrebbe toccare anche la questione della doppia multa. Riguardo alla quale, non va dimenticato, lo scorso dicembre il sindaco Katia Tarasconi aveva dichiarato che “al momento non possiamo fare nulla, in sede di ricontrattazione bisogna capire se si può modificare”. Ora, dunque, si torna a parlarne.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2023 Editoriale Libertà