Al Capitolo area cani, dosso e strisce illuminate: c’è la firma all’attesa compensazione

19 Gennaio 2023

Un dosso nei pressi di via dell’Orsina, un’area di sgambamento per cani nel giardino di via Borgoforte e l’illuminazione di due attraversamenti pedonali nella zona residenziale di via del Capitolo. Il tutto entro nove mesi. Lo prevede la compensazione a carico del privato sottoscritta ufficialmente nei giorni scorsi dai rappresentanti dell’impresa Cogni e dal dirigente all’urbanistica del Comune di Piacenza, Massimo Sandoni. L’atteso atto è stato firmato davanti al notaio Massimo Toscani, “stimando un valore – si legge nel documento – pari a 67.877 euro per le opere da realizzarsi”.

Si conclude, di fatto, un lungo iter avviato oltre tredici anni fa con la stipula della convenzione per il piano edilizio del Malcantone, il terreno nel quartiere del Capitolo oggetto di una lottizzazione con capannoni produttivo-artigianali licenziata in consiglio comunale nel 2008 (giunta Reggi-2) e promossa dall’impresa Cogni, progressivamente attuata ma non ultimata relativamente alle opere di urbanizzazione, cioè le misure di pubblica utilità a carico del privato per “risarcire” gli abitanti della frazione.

ADDIO PISTA – Fino a poco tempo fa la compensazione prevedeva la costruzione di una pista ciclabile lungo via Ranza, un progetto che è stato poi accantonato in quanto la corsia per le due ruote andrebbe realizzata su aree private da espropriare, quindi con costi che toccherebbe sostenere al Comune. Perciò l’ex giunta Barbieri aveva deciso di cambiare strada, richiedendo all’impresa Cogni un pacchetto di tre interventi, appunto il dosso, lo spazio recintato per cani e le strisce pedonali illuminate.

VIA LIBERA DAI RESIDENTI – “Siamo soddisfatti – commenta Gianmarco Maffini, presidente dell’associazione Amici del Capitolo – perché vengono finalmente accolte e messe nero su bianco le esigenze emerse in un’assemblea pubblica. Certo, ci aspettiamo un’ulteriore disponibilità dei privati nella riduzione del traffico di mezzi pesanti a ridosso delle nostre abitazioni”.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2023 Editoriale Libertà