La satira di Kirszenbaum in mostra alla Fondazione di Piacenza e Vigevano

19 Gennaio 2023

Proseguirà fino a venerdì 10 febbraio, presso lo Spazio espositivo della Fondazione di Piacenza e Vigevano, la mostra “Jecheskiel David Kirszenbaum – La satira di un artista del Bauhaus negli anni della Repubblica di Weimar”, che ripercorre le vicende personali e artistiche del grande pittore e caricaturista di origini polacche vissuto tra il 1900 e il 1954.

Alla selezione di opere esposte è affiancato un articolato corredo storico e documentale dell’epoca, particolarmente significativo con l’approssimarsi della Giornata della Memoria, il prossimo 27 gennaio. Kirszenbaum fu testimone di un periodo di significative cesure culturali, che lo vide viaggiare dallo shtetl di Staszów attraverso Duisburg, Weimar e Berlino fino a Montmartre; la sua vita fu purtroppo costellata di momenti tragici: subì la persecuzione antisemita e la moglie fu tra le vittime di Auschwitz.

Il percorso espositivo si concentra sui temi e sui problemi della Repubblica di Weimar e integra, alle opere di Kirszenbaum, articoli di giornale, foto, documenti storici e testi che le contestualizzano nella loro dimensione socio-politica e culturale. Le caricature offrono un quadro molto efficace degli aspetti pregnanti, ritraendo uomini d’affari senza scrupoli che accumulano profitti, la corruzione politica, la disparità di diritti per le donne, il crescente antisemitismo. La mostra si inserisce anche nell’anno giubilare “1700 anni di vita ebraica in Germania”, le cui iniziative saranno prorogate fino alla fine del 2022.

A cura di Milena Tibaldi, è realizzata da Volkshochschule di Weimar e promossa da A.C.I.T Piacenza e Lodi – Centro Culturale Italo-Tedesco con il sostegno di Goethe-Institut, in collaborazione con la Fondazione di Piacenza e Vigevano. La mostra è visitabile fino al 10 febbraio 2023, presso lo Spazio Espositivo della Fondazione Piacenza e Vigevano, in via Sant’Eufemia 13. Orari di apertura: da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00.

© Copyright 2023 Editoriale Libertà