Giornata Memoria, “Il senso di Hitler”: proiezione il 30 gennaio alla Cgil

25 Gennaio 2023

Per le iniziative della “Giornata della Memoria” delle vittime dell’Olocuasto, Cgil, Cinemaniaci e il circolo ricreativo Arci organizzano la proiezione de “Il senso di Hitler”, con introduzione al tema di Gianni d’Amo, Piero Verani, vicepresidente Arci Piacenza e Ivo Bussacchini, segretario generale Cgil Piacenza. La proiezione gratuita è in programma al salone Nelson Mandela.
Un’indagine alternativa e rivoluzionaria sull’influenza che Adolf Hitler continua a esercitare ancora oggi sulla società: da immagini dell’epoca nazista e documenti storici a un’analisi approfondita del fenomeno anche attraverso i media e i social network di oggi.
Sarà una proiezione gratuita e aperta a tutti quella di lunedì 30 gennaio 2023 in sala Mandela, via XXIV Maggio, 18, con apertura del circolo ricreativo alle ore 19:30 (riservata ai soci) e proiezione del film “Il senso di Hitler”, diretto da Petra Epperlein e Michael Tucker, dalle ore 21:00. Il film sarà introdotto da Gianni D’Amo, insegnante e presidente di Cittàcomune e dai saluti di Piero Verani, presidente Cinemaniaci, e Ivo Bussacchini, segretario generale della Cgil di Piacenza.
Nell’ambito delle iniziative per il Giorno della Memoria delle vittime dell’Olocausto, la Camera del Lavoro – Cgil di Piacenza, il circolo Arci Cinemaniaci e il circolo Casa del Lavoratore organizzano questo primo appuntamento della rassegna “Cinema al Lavoro” nel salone Nelson Mandela.
Per l’occasione le porte del circolo ricreativo Casa del lavoratore apriranno ai soci con possibilità di aperitivo, mentre la visione del film è libera e aperta a tuttə – fino ad esaurimento posti.
Il film (91 minuti) prende le mosse a partire dal libro mai pubblicato in Italia “The Meaning of Hitler” di Sebastian Haffner (1978), volto a smantellare i miti e le idee comuni su Hitler e la sua ascesa al potere, critici e storici rispondono a una domanda fortemente attuale: Hitler continuerà ad essere sempre più influente per le nuove generazioni? Il documentario, analizzando diversi aspetti, esplora i vari modi in cui la tossicità di Hitler ha continuato a diffondersi dopo la sua morte attraverso le pagine di storia, i social media, il cinema, l’arte e la politica contemporanea. Il film è distribuito nell’ambito della rassegna “L’Italia che non si vede” di Ucca e Arci. Tutte le informazioni sulla pagina Facebook di Arci Piacenza e Cgil Piacenza

© Copyright 2023 Editoriale Libertà