Chiusa la campagna elettorale del Pd: “Noi dalla parte dei diritti e del lavoro”

23 Settembre 2022

Ieri sera, al Baciccia, ultima tappa elettorale del Partito democratico piacentino. Nel finale, la voce si incrina anche a chi ha combattuto mille battaglie politiche. Pronunciando l’ultimo dei tanti “grazie” rivolto ai circa 120 intervenuti alla festa di chiusura della campagna elettorale del Partito democratico (colleghi di partito, attivisti, simpatizzanti, volontari), Paola De Micheli si concede un attimo di commozione.

L’ultima serata della campagna elettorale Dem è stata aperta dalle parole della De Micheli, capolista nel collegio plurinominale della Camera, e di Beatrice Ghetti, candidata anche al collegio uninominale. “Nel poco tempo che resta da qui al voto – ha affermato De Micheli – chiedo un ultimo sforzo: chiamate tutte le persone che non siete riusciti a contattare fino ad ora”.

Quindi, dopo avere lodato l’impegno e il sacrificio della base del partito, si dice preoccupata se le urne dovessero premiare la destra. “Non siamo soliti parlare contro qualcuno – le sue parole – bensì a sostenere le nostre idee. Vedendo però come la destra si è manifestata in questa campagna elettorale, soprattutto per le nuove generazioni avverto un po’ di preoccupazione. Un nostro risultato negativo comporterebbe problemi economici, ma anche culturali, i nostri avversari potrebbero gettare un seme che rischia di attecchire, generando idee lontane dalle nostre sul tema dei diritti”.

“Cinquemila chilometri”: li ha contati Beatrice Ghetti. Sono quelli percorsi nel mese di campagna elettorale. “Negli ultimi giorni l’aria forse è cambiata – il presentimento della candidata – ai banchetti abbiamo incontrato tante persone. Fra queste, c’era anche chi, abituale elettore di centrodestra, è rimasto deluso da coloro che hanno fatto cadere il governo Draghi ed è pronto a scegliere noi facendo appello al proprio senso di responsabilità”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà