Torna il rombo della Silver Flag.
Al via Sandro Munari e Beppe Gabbiani

20 Maggio 2015

SILVER FLAG

Torneranno a rombare i motori, dal 19 al 21 giugno, tra Castell’Arquato a Vernasca, dove, negli anni Cinquanta e Sessanta, sono state scritte pagine importanti della storia dell’automobilismo italiano e che, ormai da 20 anni, all’inizio dell’estate, meritano la ribalta del motorismo internazionale.

Quella che è stata la scena dei campioni è un oggi un concorso – promosso dal Cpae, Club Piacentino Auto d’Epoca – unico al mondo, un festival dell’eleganza a motore dove 230 regine della velocità, per un tre giorni, lasciano garage e musei per sfidare il vento e l’asfalto.

Dall’Alfa Romeo 3000 CM alla Maserati 61 Birdcage Streamliner, dalla Lancia LC1 campione mondiale Sport Prototipi nel 1982 alla Matra 630, proveniente direttamente dal Museo della Casa.

In gara anche piloti del calibro di Sandro Munari, che dopo l’esperienza con la Stratos nel 2014, torna su questi tornanti alla guida di una Lancia Fulvia Coupé HF in allestimento East African Safari; e il piacentino Beppe Gabbiani, a bordo di un prototipo della propria scuderia.

Durante i passaggi delle vetture il tracciato verrà chiuso al traffico. Tre le manche in programma. Dopo le verifiche tecniche, venerdì 19 giugno, i motori si accenderanno il sabato, con due salite, alle 11 ed alle 15,30. Un unico round la domenica, alle 10,30.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà