Piacenza

Piacenza, c’è il Monza di Soragna. Fiore, a Caravaggio senza Elvis

26 settembre 2015

Piacenza Calcio Fiorenzuola per P.Gentilotti (FotoDELPAPA) MARZEGLIA

Questa volta si fa sul serio. Servirà tutta quanta la potenza di fuoco di cui il Piacenza dispone per poter abbattere le resistenze della prima big che si affaccia sul palcoscenico del Garilli. Domenica alle 15 sarà il Monza di bomber Soragna a tentare di mettere i bastoni tra le ruote biancorosse che, ora più che mai, paiono viaggiare a super velocità. Le tre vittorie consecutive, la formidabile tenuta difensiva di Matteassi e compagni e soprattutto la sicurezza con la quale la formazione di Franzini si è mossa in queste prime quattro giornate, ha fornito grande entusiasmo e fiducia nell’ambiente. Ingredienti che potrebbero rivelarsi decisivi nel match di domani al quale non prenderà parte Minincleri, il solo big che alza bandiera bianca per problemi di carattere fisico. Poco male, perché le alternative al tecnico di Vernasca non mancano e si profila una riproposizione pressoché completa dell’undici protagonista del blitz di Grumello.

Viaggia invece con destinazione Caravaggio il Fiorenzuola di Mantelli che vive una situazione diametralmente opposta rispetto a quella del collega Franzini. Un punto soltanto nelle ultime tre partite e l’entusiasmo derivante dall’approdo di un pezzo da novanta come Elvis Abbruscato che ha lasciato spazio ai timori per un inizio al di sotto delle attese. Avversario che pare abbordabile quello che attende i valdardesi che non possono però permettersi errori di sottovalutazione. Difficile fare previsione sull’undici iniziale, con Ferrari e Girometta in corsa per una maglia da titolare, ma non sono esclusi colpi di scena sull’assetto d’avvio. Proprio Abbruscato dovrebbe marcare visita per alcune noie ad un ginocchio. Tra gli avversari di giornata, ci sarà anche il fresco ex biancorosso, il difensore Alessandro Di Maio.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport Val D'Arda Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE