Serie D

Dopo la neve, un’Epifania al mare per il Fiorenzuola: trasferta a Rimini

5 gennaio 2021

Riprende il suo cammino il Fiorenzuola di mister Tabbiani, dopo aver chiuso il “libro” del 2020 solare con il pareggio casalingo con la Sammaurese. Lo fa nella giornata dell’Epifania, andando ad affrontare allo stadio Romeo Neri di Rimini, mercoledì 6 gennaio 2021 alle ore 14.30, i biancorossi riminesi.

Dopo l’abbondante nevicata di fine anno che ha causato tanti disagi in Val d’Arda, i rossoneri si sono rimboccati le maniche, riuscendo ad allenarsi in modo continuativo per non perdere il buon trend che li ha portati a collezionare ben 7 risultati utili consecutivi (5 vittorie e 2 pareggi) nelle ultime 7 gare, dopo il ko all’esordio per 0-1 contro il Prato.

Il secondo posto in classifica in solitaria a quota 17 punti con 1 gara da recuperare da grande slancio alla freschezza di un Fiorenzuola che arriva alla gara con 16 reti fatte (tra cui spiccano le 6 di Bruschi e le 4 di Arrondini) e solo 5 reti subite (miglior difesa del campionato a braccetto del Prato).

La partita dell’Epifania contro il Rimini è un dejavu per i colori rossoneri; sotto la guida di Alessio Dionisi (oggi in Serie B ad allenare l’Empoli) e Simone Di Battista (oggi Responsabile Area Tecnica Piacenza Calcio) furono i riminesi ad arrivare al Velodromo Pavesi per il big match di inizio anno, vinto allo scadere proprio dagli ospiti con una rete beffarda.

I biancorossi a scacchi sono guidati da Mister Mastronicola, per 7 anni giocatore del Rimini prima di sedersi sulla panchina del Romeo Neri, e presentano una squadra di assoluto spessore; spicca il tabellino di Vuthaj, attaccante greco-albanese cresciuto in Piemonte con 6 reti, ma sono presenti anche giocatori del calibro di Casolla, Rivi, Ambrosini ed il giovane Pecci (2002).

A centrocampo, Ricciardi e Valeriani danno grande spessore al Rimini, che vanta anche un difensore col fiuto del goal come il classe 1990 Gigli e in porta trova l’esperienza di capitan Scotti, portiere romano classe 1983. I 14 punti totalizzati da parte del Rimini in 8 gare non testimoniano una crescita costante della formazione di Mastronicola, che arriva alla sfida dopo 2 vittorie consecutive con Rimini e Pro Livorno.

Mister Luca Tabbiani ha presentato in questo modo la prima trasferta del 2021 del Fiorenzuola: ”Ci apprestiamo a vivere un ciclo di fuoco con tante sfide ravvicinate da qui a marzo. Avremo meno tempo per allenarci, per questo abbiamo lavorato tanto in queste due settimane nonostante le Feste di Natale. mIl Rimini è partito con qualche punto di ritardo ma sono convinto sarà una delle favorite alla promozione al termine del campionato, per cui siamo consapevoli della sfida difficile che ci attende ma altrettanto consapevoli dell’identità che ci siamo in gran parte creati in questi mesi. Io credo che andremo in trasferta a fare una bella prestazione, poi il risultato sarà parte di una serie di variabili differenti. La prestazione rimane sempre e dobbiamo cercare quella per iniziare bene l’anno, il risultato a volte è fuorviante sia in positivo che in negativo.” In casa rossonera si registra l’ormai completo recupero di Riccardo Stronati, tenuto ancora precauzionalmente a riposo nelle ultime sfide del 2020 dopo un problema muscolare che lo ha fermato dopo la vittoriosa trasferta con il Seravezza Pozzi.

Sarà della partita anche l’ultimo acquisto rossonero, Andrea Michelotto, arrivato negli ultimi giorni del 2020 che in queste sedute di allenamento ha lavorato duramente per entrare nello scacchiere tecnico tattico di mister Tabbiani. Il tour de force di inizio 2021 può partire. Il Fiorenzuola inizia la sua marcia al mare.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà

categorie: Sport Val D'Arda

NOTIZIE CORRELATE