Verso Fiorenzuola-Bakery

Basket Serie B, tira aria di derby. I due coach: “L’ago della bilancia sarà la difesa”

14 gennaio 2021

BASKET SERIE B – Sta già infuocando gli animi dei tifosi di ambo gli schieramenti, nonostante manchino ancora un paio di giorni al fischio d’inizio. E poco importa se per colpa del Covid le tribune rimarranno desolatamente vuote: un derby è sempre un derby. Sono ore di euforica attesa per Basket Fiorenzuola e Bakery Piacenza, che domenica prossima scenderanno in campo al PalaMagni per il secondo incrocio stagionale dopo quello di Supercoppa di fine ottobre, che vide trionfare i biancorossi.

Mentre in quel frangente la sfida assumeva il sapore del classico scontro alla “Davide contro Golia”, questa volta l’aria che si respira è certamente diversa. I “Bees” di coach Gianluigi Galetti, infatti, approcciano a questo derby con una maggiore esperienza in categoria, senza dimenticare l’innesto eccellente del centro Giovanni Allodi, tra i migliori rimbalzisti del girone, approdato in gialloblu a inizio dicembre e subito calatosi nella nuova realtà alla perfezione.

Dall’altro lato del parquet ecco la Bakery. Dopo un avvio di campionato spumeggiante i biancorossi, nelle ultime sfide contro Piadena e Olginate (comunque vinte dai piacentini), hanno palesato più di qualche difficoltà soprattutto in difesa. Nonostante, però, qualche spiffero di troppo, Vico e compagni rimangono i favoriti, oltre che una delle big del girone B2 di Serie B che al momento vede in testa Vigevano, seguito proprio dalla Bakery a -2.

A questo punto, dopo aver inquadrato la sfida, è tempo di ascoltare le parole dei due allenatori.

Quali sono gli umori e le sensazioni della squadra a pochi giorni dal derby?
Coach Galetti: “L’umore è sicuramente buono. Prima di tutto va detto che siamo dove volevamo essere a questo punto della stagione. Questo derby ci riempie di orgoglio, anche perché affrontiamo una squadra fortissima e di grande valore. Per questo stiamo preparando la partita al nostro meglio, per non sfigurare di fronte ai nostri avversari, e anzi, magari metterli in difficoltà”.

Coach Campanella: “Abbiamo grandi aspettative su noi stessi: in ogni partita proviamo a fare un passettino in più e un salto di qualità ulteriore, naturalmente ben consapevoli che la strada è ancora molto lunga. Certo, un derby è sempre un derby, per questo cercheremo di farci valere e di imporci sul gioco di Fiorenzuola per uscire vincitori”.

Quale potrebbe essere la “ricetta” per battere l’avversario?
Coach Galetti: “Per poter pensare di vincere contro la Bakery è chiaro che ci dobbiamo presentare nelle nostre vesti migliori e giocare al 101%. Dovremo scendere in campo con una veste difensiva intensissima per arginare il valore degli attaccanti della squadra biancorossa, una vera corazzata. Quello che ci interesserebbe è prima di tutto avere un piano difensivo ben preciso, con la possibilità però di variarlo a partita in corso a seconda delle fasi di gioco. Questo ci consentirebbe di piazzare qualche trappola negli ingranaggi di gioco dei piacentini”.

Coach Campanella: “La chiave per noi sarà la prova difensiva. Dobbiamo abbassare il numero dei loro tiri da tre punti, visto che dispongono di cecchini di tutto rispetto e che tendono a giocare in campo aperto, con ritmi molto alti e contropiedi continui. La nostra transizione dovrà essere molto attenta e efficace per evitare di farli accendere. Allo stesso tempo, con l’aggiunta di Allodi nel reparto interni, possiedono rispetto alla squadra che abbiamo incontrato in supercoppa un altro tipo di dimensione. Oltre a questo, offensivamente dovremo essere bravi a non farci trasportare dal loro ritmo, cercando di giocare una pallacanestro più organizzata e che vada maggiormente in profondità, che ci possa unire con i passaggi per attaccare al meglio la loro difesa”.

Quale giocatore che magari teme maggiormente “ruberebbe” o toglierebbe al roster avversario in vista del derby?
Coach Galetti: “Vico, Perin e Sacchettini li conosco personalmente e sono tutti giocatori che accoglierei a braccia aperte. Però mi piace pensare che i miei ragazzi daranno dimostrazione di un grande valore, sia singolarmente che collettivamente. Sono contento di affrontarlo con loro il derby. Spero che scendano in campo al loro meglio, si stanno impegnando tanto in questa prima parte di stagione per centrare l’obiettivo e si meritano una grande partita”.

Coach Campanella: “Agli avversari non toglierei mai nessuno: mi piace sempre giocare contro la squadra più forte possibile. E’ una questione di mentalità, che cerco di trasmettere ai miei giocatori. Voglio affrontare il miglior Fiorenzuola. Solo così potrà nascere il migliore derby”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà

categorie: Piacenza Sport Val D'Arda