Il Fiorenzuola regge per 83 minuti, De Luca regala i tre punti alla Triestina

17 Ottobre 2021


Regge fino a sette dal termine il Fiorenzuola al “Nereo Rocco” dove la Triestina la spunta grazie al tocco sotto di De Luca che approfitta di un brutto svarione difensivo di Ferri e compagni. Un’altra domenica di rimpianti per un Fiorenzuola volenteroso che ha sofferto, ma senza naufragare, di fronte allo strapotere tecnico dei padroni di casa che hanno avuto il merito di attendere con pazienza il momento opportuno per colpire e condurre in porto un successo vitale per gli alabardati in ottica playoff.

Mister Tabbiani deve fare a meno di Stronati, recupera Bruschi ma nelle ore antecedenti alla gara perde Arrondini e rischia di dover fare a meno di Currarino che stringe i denti ed è schierato nel tridente offensivo. In difesa, spazio al ritorno di Dimarco con Guglieri che torna in panchina dopo due presenze consecutive.

Lo 0-0 di partenza regge dopo i primi 45 minuti. Fiorenzuola che ha saputo tenere nei momenti di massima spinta della Triestina, specie in avvio di gara e nel finale di frazione. Battaiola è stato impegnato in un paio di circostanze: sul sinistro dell’ottimo Galazzi e sul colpo di testa di Negro, il portiere valdardese ha fatto buona guardia. Rossoneri che invece non sono riusciti a creare opportunità dalle parti di Martinez che è rimasto di fatto inoperoso. Gara complicata per i ragazzi di Tabbiani al cospetto di una formazione tecnicamente superiore.

Nella ripresa giuliani parsi più convinti nella ricerca del gol del vantaggio: Battaiola si distende sulla gran conclusione di Rapisarda che, subito dopo il 10’, dispone di un’altra buona opportunità senza però inquadrare lo specchio di porta. Nel primo quarto d’ora, il Fiorenzuola soffre il ritmo imposto dall’undici di Bucchi e così Tabbiani corre ai ripari: dentro Zaccariello e Giani, fuori Nelli e Oneto. I rossoneri vivono una domenica di sofferenza, incapaci di proporre il consueto gioco arioso per merito di una Triestina che mantiene altissima la pressione sui portatori di palla valdardesi. Bucchi aumenta il tasso tecnico a metà ripresa inserendo Sarno e Litteri: chiara l’intenzione di mettere alle corde il Fiore. Entra anche Mamona per cercare di sfruttare le chance in contropiede, fuori Esposito, comunque tra i più positivi. Opportunità in ripartenza non arriveranno nella fase finale della sfida che la Triestina fa sua al 38’: calcio di punizione tagliato scaricato a centro area da Sarno e difesa fiorenzuolana colta di sorpresa. Ci pensa De Luca, da due passi, a firmare il gol-partita. Negli ultimi minuti infatti, i piacentini non riusciranno a scalfire la muraglia triestina: per il Fiorenzuola secondo ko di fila, la Triestina invece torna a rilanciarsi nella corsa playoff.

Prossimo impegno per la squadra di Tabbiani, mercoledì prossimo al Comunale con la Pergolettese (ore 18).

TRIESTINA-FIORENZUOLA 1-0
RETE: De Luca al 38’ s.t.
TRIESTINA (3-5-2): Martinez; Negro, Ligi, Lopez; Rapisarda (dal 24’ s.t. Sarno), Crimi, Giorno (dal 19’ s.t. Giorico), Galazzi, Iotti; De Luca (dal 39’ s.t. Procaccio), Gomez (dal 24’ s.t. Litteri). (Offredi, Natalucci, Giannò, Paulinho, Patrik, Baldi, Iacovoni). All. Bucchi.
FIORENZUOLA (4-3-3): Battaiola; Olivera, Ferri, Cavalli, Dimarco; Esposito (dal 26’ s.t. Mamona), Nelli (dal 15’ s.t. Zaccariello), Palmieri; Currarino, Oneto (dal 15’ s.t. Giani), Bruschi. (Burigana, Potop, Maffei, Fiorini, Arrondini, Guglieri, Danovaro, Varoli, Godano). All. Tabbiani.
ARBITRO: Taricone di Perugia.
NOTE: ammoniti Gomez, Giorno e Zaccariello. Angoli 7-1.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà