Vigolzone, il sindaco Rolleri si ricandiderà. L’attacco di Argellati

23 Aprile 2013

Manca un anno alle elezioni comunali, ma a Vigolzone sembra già partita una durissima campagna elettorale. L’approvazione del bilancio 2012 è stata l’occasione per il sindaco Francesco Rolleri (Partito democratico) di annunciare la sua ricandidatura e per il principale rappresentante dell’opposizione, Werner Argellati (Pdl), di sferrargli un attacco frontale. “Non si era mai sentito di un Comune che introducesse l’Imu preventiva – dice l’azzurro – ma questa amministrazione lo ha fatto, aumentando l’aliquota sulla seconda casa in previsioni di possibili future minori entrate. Avrebbero dovuto concentrarsi sulla riduzione degli sprechi, invece, che in questi anni sono stati tanti: 150mila euro per comperare e poi demolire il mulino vecchio di Villò, 50mila avremmo potuto risparmiarli con il progetto “smart town” che loro hanno cestinato solamente perché approvato dalla precedente giunta e così via. Si sono dimostrati incapaci di governare a dovere Vigolzone, a cui non stanno dando prospettive di crescita per il futuro, solo tasse”.

Rolleri replica: “Per quanto riguardo l’aumento dell’Imu sulle seconde case è stata senz’altro una misura dolorosa, che avremmo voluto evitare, ma purtroppo ci siamo trovati alle prese con tre tagli in pochi mesi di trasferimenti, quindi abbiamo dovuto farlo per avere il pareggio di bilancio nel 2013. Il resto sono solo polemiche: ci sono delle differenze di programmi e di vedute tra noi e l’opposizione su quelle che sono le priorità, ovvio che loro non siano d’accordo. Tra un anno si voterà e i cittadini decideranno se siamo o meno adeguati a proseguire: io mi ricandiderò e non ci sarà giudizio migliore di quello che ci daranno i nostri cittadini”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà