“Nel castello di Podenzano spazi di coworking a servizio della comunità”

02 Dicembre 2022

Grazie a un programma straordinario di investimenti finanziato al 95% dalla Regione Emilia-Romagna e per il restante 5% dall’Unione Val Nure Val Chero una parte del castello di Podenzano verrà rinnovata e destinata a spazi di coworking: luoghi di lavoro ideati con l’intento di offrire agli utenti strutture attrezzate e organizzate, dove svolgere le proprie attività.

L’accesso al bando regionale consentirà la ristrutturazione dei locali che – essendo di proprietà di privati – prima dovranno essere acquistati dal Comune di Podenzano attraverso fondi propri. “Tengo a ringraziare i colleghi sindaci dell’Unione per la lungimiranza che ha portato alla nascita di questa importante operazione di riqualificazione a servizio dell’intera comunità” le parole del sindaco di Podenzano Alessandro Piva durante l’ultimo consiglio comunale.

Il primo stralcio finanziato per oltre 443.000 euro dalla Regione e per 26.000 euro dall’Unione avrà l’obiettivo di recuperare il sottotetto del castello e concretizzare opere di isolamento termico. In seguito verrà realizzata una seconda scala con l’intento di creare un accesso direttamente dal cortile del fortilizio medioevale. L’operazione complessiva comprende tre distinti stralci per un valore che supera la cifra di un milione e 340mila euro. Il primo cittadino, durante il consiglio comunale, ha ricordato che il castello è soggetto ai vincoli della soprintendenza delle belle arti che ha già dato un parere di massima favorevole.

La Regione ha già finanziato l’opera e approvato lo studio di fattibilità. Per quanto riguarda il Comune di Podenzano, invece, nella variazione al bilancio di previsione 2022-2024 sono state inserite maggiori spese del valore di 85.000 euro destinati all’acquisto della parte di castello interessata.

L’articolo riguardante il consiglio comunale di Podenzano su Libertà in edicola.

 

 

© Copyright 2023 Editoriale Libertà