Borgonovo

La Malo chiede la cassa straordinaria. Scettici i sindacati

3 agosto 2017


La proprietà della Malo di Borgonovo ha chiesto di essere ammessa alla cassa integrazione straordinaria. Si tratta dell’ultima tegola, in ordine di tempo, che cade sulle teste dei 38 lavoratori, quasi tutte donne, dello stabilimento tessile piacentino.

La richiesta è al vaglio del ministero dello Sviluppo economico ed è stata presentata anche alle organizzazioni sindacali e ai dipendenti. Gli stessi sindacati si dicono scettici: “Non vediamo un progetto e una prospettiva. Servono capitali freschi subito”.
Nel frattempo si attende di sapere il nome dei possibili nuovi acquirenti.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Val Tidone

NOTIZIE CORRELATE