Riparte la stagione culturale al teatro Verdi di Castel San Giovanni

30 Dicembre 2021

Sabato 5 febbraio il sipario del teatro Verdi si rialza. Dopo due anni di pausa forzata a causa della pandemia riprendono sia la stagione musicale che quella teatrale. Per la prima si tratterà di quattro appuntamenti, mentre per la stagione teatrale l’Istituto Palestrina propone cinque date, più una fuori cartellone.
“Una stagione teatrale leggera e divertente, ma in grado di far riflettere” secondo l’assessore alla cultura Wendalina Cesario. Per lei, come per la direttrice del Palestrina Elena Boselli a cui l’amministrazione affida l’organizzazione della stagione musicale, si tratterà di un debutto, visto che finora la pandemia ha impedito ad entrambe di gestire le programmazioni culturali.
Si parte martedì 18 gennaio con l’inaugurazione della stagione teatrale con l’anteprima fuori cartellone che vedrà ospite Emilio Solfrizzi con Il malato immaginario. Sabato 5 febbraio L’uomo ideale interpretato da Simone Montedoro, Toni Fornari, Claudia Campagnola e Noemi Sferlazza per la regia di Toni Fornari. A seguire saliranno via via sul palco del Verdi attori quali  Mino Manni, Maria Amelia Monti, la Compagnia Corrado Abbati, Enzo Iacchetti e Vittoria Belvedere.
Per la stagione musicale si parte venerdì 18 febbraio con il Quintetto Arabesque con professori del Teatro alla Scala in Classicismo viennese tra Mozart e Schubert. A seguire L’Orchestra dei Colli Morenici con musiche di Ennio Morricone, un evento dedicato al tango e uno adatto anche ai bambini tra poesia e fisarmonica.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà