Addio a Franca Rame, attrice legata alla Valtrebbia. La madre era di Bobbio

29 Maggio 2013

E’ strettamente legata al territorio piacentino la storia di Franca Rame, la celebre attrice, moglie di Dario Fo, morta questa mattina a Milano all’età di 83 anni. Lo scorso luglio era stata colpita da un ictus. La madre di Franca Rame, Emilia Baldini era bobbiese, figlia del capo tecnico del Comune e il padre, Domenico, che faceva spettacoli itineranti del cosiddetto “teatro di figura”, l’aveva conosciuta durante una tournée nella provincia di Piacenza. Emilia Baldini decise di sposarlo e seguirlo nella sua attività destando scandalo in paese. A soli 8 giorni di vita, Franca Rame debuttò in scena proprio tra le braccia della madre. Da piccola era passata qualche volta in Valtrebbia con la famiglia mentre da adulta, il suo debutto a Bobbio è stato venerdì 13 agosto 1999 con uno spettacolo in piazza Duomo. L’attrice in quell’occasione, intervistata da Libertà, aveva ricordato la bellezza della madre e delle tre sorelle e la sua emozione nel tornare in Valtrebbia. Quel giorno la coppia Franca Rame-Dario Fo era stata ospite del giornalista Gino Macellari. Per rivendicare la forza delle sue radici, l’attrice tornò l’anno successivo quando il Comune organizzò una serie di iniziative tra le quali un’apprezzata mostra dedicata proprio ai Rame, famiglia di burattinai. Franca Rame era nata nel luglio del 1929 a Parabiago nel Milanese, nel 1954 aveva sposato Dario Fo dal quale ha avuto il figlio Iacopo. La loro unione ha scritto la storia del teatro italiano ed ha sempre sentito forte la vocazione per l’impegno civile che nel 2006 ha fatto scendere l’attrice in politica come capolista al Senato per Italia dei Valori in Piemonte. A Palazzo Madama è rimasta per due anni. La cugina piacentina di Franca Rame, Roberta Albertazzi, ricorda: “Era una donna forte con una grande cultura e con un grande senso pratico. Quando si esibiva sui palcoscenici piacentini cercava sempre i suoi parenti”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà