Cerignale, cittadinanza onoraria al Dalai Lama e a Giacomo Marazzi

17 Agosto 2013

Si celebra un sabato interamente dedicato al Diritto della montagna a Cerignale, nella Piana Dei Mulini. Oggi pomeriggio è stata infatti consegnata la cittadinanza onoraria a sua santità Dalai Lama Tenzin Gyatso (il riconoscimento è stato consegnato a un suo rappresentante) e all’ex presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano, Giacomo Marazzi, entrambi considerati dall’amministrazione comunale di Cerignale come amici della nostra montagna. Presenti Stefano Dallari e il monaco zen Soho Brunelli, rispettivamente fondatore e direttore della Casa del Tibet di Votigno a Canossa, in provincia di Reggio Emilia.

Tra i momenti più commoventi, quello dedicato a “Don Andrea Gallo vive”, alla presenza di don Marcello Cozzi, vicepresidente dell’associazione Libera di don Ciotti, Vittorio Gallo, nipote di don Gallo, Paolo Dosi e Paola Beltrani in rappresentanza del comune di Piacenza, e Stefano Pareti, consigliere della Fondazione di Piacenza e Vigevano. L’omaggio al prete scomparso nel maggio scorso a Genova, innamorato della Valtrebbia e vicino alle storiche battaglie dei cittadini dell’alta valle piacentina, è stato fortemente voluto dal sindaco di Cerignale, Massimo Castelli, per ringraziare il sacerdote di quanto fatto per l’alta Valtrebbia.

“Cerignale assomiglia ad un piccolo Tibet, tra questo verde che reagisce a tutto” ha dichiarato Stefano Dallari rappresentante del Dalai Lama. “Noi oggi siamo qui per parlare dei diritti – ha proseguito il sindaco di Cerignale Massimo Castelli – e della necessità che non vengano negati a nessuno come ci ha insegnato don Gallo. Siamo qui per sostenere il Tibet, ma anche i nostri anziani che ogni sera in inverno accendono le luci in casa rianimando la nostra montagna”. Giacomo Marazzi ha aggiunto “Mi auguro che la Fondazione non dimentichi mai la montagna”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà