Provincia

Bobbio Film Festival: applausi e commozione per la storia del trans Fuxia

20 agosto 2014

20140820-224255.jpg

Un film sui confini. Superati con coraggio e consapevolezza. Un quattordicenne a cui piace cantare e vestirsi da ragazza. Una Catania cieca e inospitale. La fuga del ragazzo/a verso un futuro migliore. Si intitola “Più buio di mezzanotte” il film d’esordio di Sebastiano Riso presentato questa sera al Bobbio Film Festival. Ispirato liberamente all’adolescenza di Davide Cordova, in arte Fuxia, regina transgender delle notti romane nel locale Muccassassina, il film è interpretato dal giovanissimo Davide Capone e da Micaela Ramazzotti. Una pellicola proiettata lo scorso maggio al festival del cinema di Cannes dove ha raccolto critiche positive. Il regista e uno degli interpreti, Sebastian Gimelli Morosini, hanno criticato, ai nostri microfoni, il divieto ai minori di 14 anni imposto al film, definendo la censura retrograda e incomprensibile

20140820-224307.jpg

20140820-224301.jpg

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cultura e Spettacoli Provincia Val Trebbia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE