La farina del Molino Dallagiovanna alla corte dell’Imperatore del Giappone

05 Maggio 2017

Se sua maestà l’imperatore del Giappone Akihito gradisce solo prodotti con quella farina; se alla lussuosa pizzeria di Harrods, a Londra, impastano solo con quella farina; se nei ristoranti della galleria Lafayette di Parigi servono prodotti con quella farina, un motivo ci sarà pure. E quel motivo di assoluta qualità lo conoscono alla perfezione al Pilastro di Gragnanino (Gragnano), dove dal 1927 ha sede il Molino Dallagiovanna, l’azienda piacentina specializzata nell’“arte bianca” che ha permesso al Made in Italy di farsi largo in tutto il mondo.

E’ lì che da generazioni e generazioni la famiglia Dallagiovanna coccola i chicchi di grano per produrre farine per pizze, paste e dolci che si gustano in ogni angolo del pianeta. Ne hanno parlato con orgoglio a Nel Mirino, gli imprenditori Andrea e Paolo Dallagiovanna, il primo responsabile della qualità, il secondo dirigente dell’area marketing, entrambi intervistati dal direttore Nicoletta Bracchi. Il motto dell’azienda è uno: “Largo ai giovani”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà