A San Nicolò

Al lavoro per un piano antismog: giardino “mangia inquinamento” e treni

21 settembre 2017

Durante i tre mesi di chiusura del ponte sul Trebbia, il traffico si è riversato nel centro di San Nicolò, e in particolare in località Noce: qui sono transitati veicoli tre volte superiori rispetto all’ordinario. A comunicarlo è Arpae, in un dossier commissionato dall’amministrazione comunale di Rottofreno.

L’aumento di smog nel centro abitato è stato dunque un problema. Si lavora per stabilizzare i treni che partono ogni mattina nelle ore di punta da San Nicolò (sono stati garantiti fino a dicembre), per collegare le piste ciclabili alla città e per realizzare un giardino “mangia inquinamento” con piante speciali: a lavorarci, insieme all’assessore comunale Paola Galvani, il Consorzio di bonifica e i ragazzi del Raineri Marcora.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Provincia Val Trebbia

NOTIZIE CORRELATE