Piacenza

Palazzo Uffici, idea De Sonnaz se salta il progetto all’ex Unicem

20 settembre 2012

Palazzo Uffici nella caserma de Sonnaz di via Castello? Non sarebbe impossibile, se saltasse definitivamente il progetto all’ex Unicem.

A rendere più plausibile questa ipotesi è arrivato questa mattina la firma del sindaco Paolo Dosi e del direttore dell’Agenzia del Demanio, Stefano Scalera al protocollo di intesa che dà avvio al Programma unitario di valorizzazione territoriale che coinvolge 12 immobili di proprietà statale a Piacenza.

I beni interessati sonola Caserma Alfieri,la Caserma PietroCella che comprende l’ex Chiesa e Convento delle Suore Benedettine,la Casermadal Verme, l’ex Chiesa di S. Lorenzo, il Palazzo Madama-Carcere Giudiziario, il Palazzo Landi-ora dei Tribunali, Palazzo della Posta, Palazzo Costa Ferrari, Palazzo Serafini, l’ex Casa dei Martiri Fascisti, Caserma De Sonnaz ela Caserma Cantore.

La destinazione degli immobili sarà stabilita da una commissione composta da tre tecnici comunali e altrettanti del Demanio, ma su alcuni beni le intenzioni sono già chiare. “Il comparto delle benedettine e la cantore secondo noi sono destinati a ospitare nuovi parcheggi”, ha rivelato il sindaco Dosi. Che poi apre uno spiraglio a sorpresa quando gli si chiede se nelle caserme potremmo vedere il palazzo unico degli uffici comunali: “Non è da escludere, anche se ci siamo dati fino a metà ottobre per verificare la sostenibilità e la percorribilità del progetto originale, all’ex Unicem. Se non sarà possibile, valuteremo altre strade. In tal senso, la caserma de Sonnaz di via Castello mi pare quella più adatta, ma è difficile ragionare solo teoricamente su immobili già costruiti e per di più destinati ad altri scopi. Se sarà necessario, verificheremo se sarà un’ipotesi percorribile”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Economia e Politica Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE