Piacenza

Sant’Antonio, la nuova ciclabile finisce nel canale perchè manca il ponte

8 ottobre 2012

La nuova ciclabile che si interrompe in prossimità del rio Chiappona

La nuova pista ciclabile lungo il Po, che dovrebbe collegare Castelsangiovanni a Villanova, a Sant’Antonio si interrompe perché finisce nel rio Chiappona. La lingua d’asfalto è già pronta, mancano solo i guardrail e la segnaletica, poi potrà essere percorsa dagli amanti della natura e delle biciclette. Purtroppo, però, tutto è rimandato al 2013 perché non c’è sbocco verso Borgotrebbia.
Tutta “colpa” della velocità con cui il Comune ha fatto i lavori: per evitare di perdere i 500mila euro di contributi regionali, infatti, Palazzo Mercanti è stata costretta a completare tutto entro fine 2012. Ma il Consorzio di bonifica, che deve costruire la passerella ciclabile sul Rio Chiappona (o Canale Diversivo Ovest), ha tempi più lunghi, quindi il percorso finisce lì. E per chi, oggi abusivamente, decide di passare sulla ciclabile, l’unica soluzione è seguire un piccolo sentiero su un campo di proprietà privata, dunque proibito.
Per coloro che invece non vogliono correre rischi, la soluzione è un’altra: ancora per qualche mese occorrerà seguire una via alternativa, che corre lungo la via Emilia e passa da Borgotrebbia e si ricongiunge all’argine solo a Camposanto Vecchio.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Cultura e Spettacoli Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE