Matteo Lommi della Nino Bixio semifinalista ai campionati italiani di canottaggio

19 ottobre 2012

Per la 23 esima volta, sette anni dopo l’ultima edizione, è l’Idroscalo di Milano che ha ospitato i Campionati Italiani Assoluti e junior. Ricca la partecipazione di equipaggi con 500 atleti in gara in rappresentanza di 80 società. Nonostante la defezione di Federico Fontana,recente finalista tra gli under 23,la Nino Bixio ha portato sulle acque milanesi due singoli che si sono ben comportati ottenendo le loro migliori prestazioni cronometriche sulla distanza olimpica dei 2000 metri.

Matteo Lommi,atleta emergente del canottaggio piacentino,nella difficile e affollata specialità del singolo junior (33 atleti iscritti) ha dato prova di carattere superando agevolmente le batterie ed i recuperi. Approdato in semifinale ha lottato per buona parte del percorso con i più forti singolisti pagando sul finale di gara lo sforzo profuso mancando la finale tricolore. Bisogna dire che Matteo, al primo anno junior, nonostante abbia fatto registrare la sua migliore prestazione ha avuto di fronte dei calibri come Luca Rambaldi,Tiziano Evangelisti,Davide Mumolo campioni mondiali 2012 e Federico Garibaldi riserva ai mondiali e altri nomi noti. L’altro atleta biancoazzurro Marco Leccardi alla sua terza regata e al suo esordio in un campionato si è ben comportato nel singolo junior facendo registrare la sua migliore prestazione che non è bastata per superare lo scoglio delle batterie e dei recuperi.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca