Confagricoltura: il “DDL Stabilità” va rivisto

23 ottobre 2012

Il presidente della Confagricoltura Mario Guidi ha scritto al governo sul cambio di regime fiscale per le società agricole previsto nel “DDL Stabilità”. L‘associazione degli imprenditori agricoli si sta mobilitando contro l’abrogazione della norma che concede alla società di persone e di capitali che svolgono esclusivamente attività agricola la facoltà di optare per la determinazione del reddito su base catastale, anziché in base al bilancio.

Confagricoltura Piacenza aveva evidenziato già nei giorni scorsi il devastante impatto che la norma avrebbe sul settore. “Auspichiamo che il Governo intenda modificare la proposta – sottolinea Enrico Chiesa, Presidente di Confagricoltura Piacenza -. Le società di capitali dal 1° gennaio 2013 dovrebbero tornare a redigere i bilanci. Si annullano gli sconti, ma anche la semplificazione del regime catastale.

Nella lettera che il presidente della Confagricoltura Mario Guidi ha inviato al Governo si sottolinea come il provvedimento sia in evidente contrasto con la libertà d’impresa e con gli obiettivi di crescita del settore, tanto più perché viene introdotta retroattivamente.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca