Rdb, interrogazione di Cavalli (Ln): “Cassa integrazione anche per i dipendenti di ‘terrecotte’. La Regione si attivi”

29 ottobre 2012

“Perché Rdb Terrecotte non è rientrata nell’accordo sulla cassa integrazione straordinaria?”. A chiederlo, in una interrogazione in Regione, è il consigliere della Lega Nord Stefano Cavalli, che, riprendendo le istanze espresse dai sindacati, rimarca come, a seguito dell’intesa siglata il 24 ottobre scorso al Ministero del lavoro, i dipendenti degli stabilimenti di Borgonovo e Cadeo (Piacenza) siano rimasti esclusi dalle erogazioni Inps a sostegno dei lavoratori e chiede alla Regione di attivarsi per “garantire loro adeguate tutele”.

“Tra circa due mesi – rileva l’esponente leghista – terminerà la Cassa integrazione in deroga attualmente riconosciuta ai 33 dipendenti della Terrecotte Spa e per loro rischiano di presentarsi i drammatici scenari della disoccupazione. I commissari straordinari si sono già detti favorevoli all’assorbimento all’interno dell’amministrazione straordinaria del gruppo Rdb della stessa Rdb Terracotte Spa. Chiediamo quindi che la Regione si attivi presso il Governo per ricomprendere i lavoratori dei due stabilimenti di Borgonovo e Cadeo nella procedura. Rimane l’auspicio che il lavoro dei commissari possa portare a salvare il salvabile di un’azienda che ha fatto la storia dell’imprenditoria piacentina”.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca