Piacenza

Pio Ritiro Cerati, sabato con il vescovo l’inaugurazione dei nuovi locali

22 novembre 2012

Doppio beneficio per la città: nasce una nuova residenza per anziani e nel contempo viene riqualificata una consistente “fetta” dello Stradone Farnese. Là dove per decenni c’era un muro degradato e anonimo compreso fra la chiesa delle Teresiane e via Torta, oggi campeggia un bell’edificio giallo, elegante e di sapore storico – ma ricostruito totalmente su progetti originali vagliati dalla Soprintendenza – che accoglie 28 anziani non autosufficienti, sia esponenti del clero che laici. Mille metri quadrati di estensione, sedici stanze singole e sei doppie, un soggiorno comune, la palestra e l’ambulatorio medico, una bella e ampia terrazza che si vorrebbe trasformare in giardino d’inverno costruiscono il profilo di questa residenza unita alla chiesa settecentesca delle Teresiane che vi appare come “incastonata” ed è stata a sua volta esternamente recuperata. I lavori sono firmati dall’architetto Carlo Scagnelli. L’impresa si deve ad un notevole sforzo della Fondazione Pio Ritiro Cerati onlus, che ha investito 3milioni di euro, 100mila euro sono arrivati dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano. La prima lettera di intenti risale al 1989, lo scorso anno a febbraio sono partiti i lavori e sabato 24 novembre inaugurerà la struttura nuovissima ribattezzata casa di riposo “San Camillo” che amplia la rete di accoglienza per anziani di Piacenza. La cerimonia (a partire dalle ore 10) prevede un saluto del presidente della onlus, don Giampiero Esopi, interventi delle autorità, la benedizione di monsignor Gianni Ambrosio.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Foto Gallery Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE