Provincia

Arturo: entro il 20 dicembre il bando per lo smantellamento

28 novembre 2012

Nei prossimi quattro anni, Sogin realizzerà negli ex siti nucleari lavori di bonifica per 508 milioni di euro: 65 milioni saranno investiti nella centrale di Caorso. Complessivamente, il valore della bonifica di Arturo raggiungerà così i 360 milioni di euro per arrivare al cosiddetto “prato verde”. Nel 2012, la Commissione Europea ha dato parere positivo al progetto Sogin per lo smantellamento della centrale di Caorso. A breve il Ministero dello Sviluppo Economico convocherà la Conferenza dei Servizi per l’emanazione del decreto di disattivazione. Al nuovo albo fornitori, diviso in servizi di ingegneria e lavori, può oggi iscriversi ogni genere di categoria professionale. Sono stati, inoltre, istituiti elenchi, su base locale, di operatori economici per concorrere ad affidamenti per importi non superiori ai 150 mila euro. A Caorso, le principali attività di bonifica in corso e programmate nel 2013 riguardano la demolizione definitiva dell’edificio off-gas, l’inizio dell’installazione di una stazione di trattamento dei rifiuti all’interno dell’edificio turbina e la realizzazione di aree provvisorie di stoccaggio, l’adeguamento dei depositi temporanei esistenti. Verrà, inoltre, approvato il piano operativo di rimozione dei materiali e dei componenti contaminati dalla piscina dell’impianto.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE