Gite d’istruzione: stop anche dall’Istituto Raineri-Marcora

28 novembre 2012

Anche il “Raineri-Marcora” si allinea a quanto già deliberato da altre scuole piacentine (media Calvino, liceo Gioia, istituti Romagnosi-Casali, l’Istituto comprensivo di Fiorenzuola) e ferma l’autorizzazione a nuove gite. «I docenti dell’ Istituto secondario superiore “Raineri-Marcora” – si legge nel documento della mozione – esprimono grave preoccupazione per la pesante situazione economica del Paese e per le scelte di politica scolastica messe in atto dal Governo. I ripetuti tagli di risorse economiche e di personale, la svalutazione della professionalità del corpo docente e di tutto il personale scolastico rischiano ormai di minare gravemente il funzionamento didattico del sistema della Scuola pubblica. I docenti di questo Istituto per non gravare sulle famiglie degli studenti di ulteriori pesi economici in questo periodo di difficile condizione preannunciano la seguente azione fino a quando non sarà definita la corretta entità del Fondo d’Istituto: sospensione di tutto ciò che rappresenta un ulteriore aggravio economico per le famiglie dei nostri studenti (nuovi viaggi istruzione, eventuali nuove adozioni libri testo) ferma restando la piena autonomia dei singoli docenti nella propria libertà di scelta e dei consigli di classe».

I docenti del Raineri-Marcora hanno chiesto inoltre all’Asapi (l’associazione dei dirigenti), di cui è presidente Teresa Andena, la preside del Raineri-Marcora, di istituire gli Stati generali della scuola, “per verificare le loro intenzioni sostanziali per la scuola e le politiche scolastiche”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca