Esplosione a Mortizza; rinviati a giudizio i titolari della ditta di termoidraulica

3 dicembre 2012

L’ingresso del tribunale di Piacenza

Sono stati rinviati a giudizio i due titolari di un’azienda di termoidraulica piacentina, accusati del crollo di un edificio a Mortizza, avvenuto nel marzo 2010, in seguito allo scoppio di un termocamino. Nell’esplosione erano rimasti feriti due giovani; una ragazza di 23 anni ed un ragazzo di 27, che si sono costituiti parte civile nel processo, così come il proprietario dell’abitazione. I due titolari della ditta negano ogni responsabilità dei fatti; il giudice Elena Stoppini ha fissato la prossima udienza per il 14 Gennaio.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca