Volley: Rebecchi Nordmeccanica domani a Cipro

4 dicembre 2012

La Challenge Cup apre le porte alle squadre italiane. La terza competizione europea in ordine di importanza – dopo Champions League e Cev Cup – riparte con i sedicesimi di finale e con Assicuratrice Milanese Volley Modena e Rebecchi Nordmeccanica Piacenza in rampa di lancio. Tabellone ad eliminazione diretta fino alla Finalissima (19-23 marzo 2013), con gare di andata e ritorno e Golden Set sul campo della gara di ritorno in caso di una vittoria per parte con qualsiasi risultato.

Principio, quello del Golden Set, che evoca brutti ricordi alla squadra di Davide Mazzanti, “retrocessa” in Challenge Cup a causa della sconfitta al primo turno della Cev Cup contro il Kontynium Volyn Lutsk. Le ucraine furono battute 3-0 al PalaBanca dopo il successo 3-2 in casa ma riuscirono a conquistare il parziale supplementare e a passare il turno nonostante il peggiore conto set. La Rebecchi Nordmeccanica affronterà l’Apollon Limassol, club cipriota che nel turno preliminare ha eliminato le montenegrine del Bar con un doppio 3-1. Andata a Cipro domani alle 19, ritorno martedì 11 dicembre in casa. “Abbiamo un grande spirito di rivalsa, quell’eliminazione non l’abbiamo ancora digerita, brucia ancora – spiega Francesca Ferretti, tornata a pieno regime dopo l’infortunio ai muscoli addominali ed eletta MVP del recente successo in Campionato contro Bologna -. Ora è tempo di pensare al Limassol e a questa trasferta, avremo tanta voglia di rivincita”. In un periodo denso di impegni, l’allenatore delle piacentine potrà contare sull’intero roster, Floortje Meijners compresa, anch’essa recuperata dalla lesione tendinea alla mano.

Esordio assoluto in competizioni europee per l’Assicuratrice Milanese Volley Modena, impegnata mercoledì al PalaCasaModena contro il Nova KBM Branik Maribor, club campione di Slovenia, estromesso dalla Cev Cup dalle azere dei Baki-Azeryol Baku (al Golden Set). Curiosamente il debutto internazionale coincide con la partita ufficiale numero 200 della società del presidente Astarita, a poco più di 6 anni dalla prima gara di Coppa Italia del 16 settembre 2006. Le tigri, reduci dalla maratona del PalaNorda di Bergamo e uscite sconfitte dal confronto con la Foppapedretti nonostante sei match point a disposizione, hanno tutta l’intenzione di proseguire a lungo il cammino europeo. Cesar Cuello, allenatore delle bianconere, potrebbe fare rifiatare le atlete che finora hanno speso di più: “Oggi lavoreremo per preparare la gara con Maribor soprattutto a livello di video e credo non si potrà fare più di tanto altro. L’obiettivo principale è quello di far recuperare il più possibile la squadra a livello fisico per averla nelle migliori condizioni possibili domani sera”. Il ritorno è previsto in Slovenia mercoledì 12 dicembre.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca