Commerciante con doping in auto, ma una perizia lo “scagiona”

11 dicembre 2012

Un commerciante piacentino è finito davanti al giudice con l’accusa di violazione alla legge sul doping. Gli investigatori del Nucleo antisofisticazione dei carabinieri avevano trovato nella sua auto il flacone di un prodotto con alcuni residui che sono stati sequestrati e sottoposti ad analisi da parte dei tecnici dei Ris di Parma. Gli esiti sono stati positivi al boldenone, una sostanza steroide anabolizzante proibita dalla legge. Ma una successiva perizia fatta eseguire dal giudice Maurizio Boselli su richiesta dei difensori, avvocati Annalisa Cervini e Michela Cucchetti, lo avrebbe escluso. La sentenza è attesa il prossimo 7 gennaio.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca