Strada del Po e dei Sapori e bicentenario Verdiano, l’itinerario è su smartphone

12 dicembre 2012

Un progetto di valorizzazione della Bassa piacentina e dell’itinerario di turismo enogastronomico delineato dalla Strada del Po e dei Sapori della Bassa piacentina. E’ questa l’iniziativa messa in campo dalla Strada grazie ad un finanziamento della Regione Emilia Romagna (di 37mila euro) e finalizzata alla predisposizione di una segnaletica turistica nei sette Comuni della Bassa: Caorso, Monticelli, Castelvetro, Villanova, Cortemaggiore, Besenzone e San Pietro in Cerro. L’obiettivo è quello di offrire informazioni aggiornate sui siti da visitare anche, ma non solo, in vista delle imminenti celebrazioni del bicentenario Verdiano: la storia, cosa si può vedere in quel luogo, dove si può mangiare o trovare prodotti tipici, quali escursioni/itinerari turistici sono presenti.
Il progetto è stato realizzato attraverso cartelli stradali le cui tipologie sono in linea con gli standard definiti dal regolamento regionale inerente la cartellonistica delle Strade dei vini e dei sapori, integrato con un sistema cartografico digitale che eroga le informazioni attraverso la tecnologia QR-CODE. Questo significa che i riquadri turistici posizionati sul territorio riportano l’applicazione del sistema QR-CODE che consente l’accesso diretto al download della videoguida del territorio, del singolo monumento o della singola struttura, oltre che alle informazioni contenute nel sito internet della Strada, semplicemente inquadrando il codice bidimensionale inserito nella grafica del cartello con uno smart phone.
Sono stati realizzati e collocati lungo tutto l’itinerario 179 cartelli così suddivisi: 14 leggi posizionati nello spazio antistante le sedi dei Municipi e nelle immediate vicinanze dei luoghi di maggiore interesse artistico-storico; 4 maxi-cartelli posizionati nelle vie di accesso ai Comuni; 155 cartelli di direzione lungo le strade di percorrenza del territorio; 6 targhe nelle immediate vicinanze degli svincoli autostradali (tutti i cartelli sono stati posizionati nel rispetto del Nuovo Codice della strada.
Accanto al progetto finanziato dalla Regione Emilia Romagna, si aggiunge l’iniziativa della Provincia di Piacenza che, con un contributo di 35mila euro, ha deciso di ampliare l’area di interesse con la diffusione della cartellonistica anche nel territorio della Valdarda (Fiorenzuola, Castellarquato, Vigoleno e Veleia).
“Il progetto – ha illustrato l’assessore provinciale a Cultura e Turismo della Provincia di Piacenza Maurizio Parma – consente di abbinare la tradizione a quanto di più innovativo può essere cercato dal mercato turistico oggi: un’informazione precisa, completa e a portata di mano. I moderni strumenti di informazione, sempre più completi, veloci e di facile consultazione diventano oggi strumento indispensabile da affiancare a quanto la tradizione sa offrire”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca