Discarica abusiva e degrado a due passi dal casello Piacenza sud

04 Gennaio 2013

C’è un pezzo di città che sembra terra di nessuno, discarica abusiva per cittadini incivili e “paradiso” per le prostitute con i loro clienti.
Si tratta della zona compresa tra i padiglioni fieristici di Piacenza Expo e il casello autostradale di Piacenza Sud. Fino a qualche anno fa la stradina che si infila tra i campi e costeggia la A1 serviva ai casellanti per andare al lavoro: il parcheggio con la tettoria c’è ancora, così come il tornello per il passaggio pedonale. Peccato però che tutto attorno siano sparse cartacce, profilattici, seggiole, divani, sacchi pieni di immondizia, pezzi di armadi e altri rifiuti vari.
E pensare che all’imbocco della via ci sono due cartelli: uno con il divieto di accesso, l’altro che indica il passaggio riservato agli addetti ai lavori. Indicazioni che evidentemente in pochi rispettano.
Non solo: il Punto Blu di Autostrade per l’Italia indica proprio quel passaggio per raggiungere casello e uffici senza pagare il pedaggio. Operazione teoricamente proibita e comunque molto più lunga dell’escamotage trovato da molti automobilisti, che una volta in prossimità della barriera, compiono una vietata e pericolosissima inversione.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà